Attualità e Cronaca Rosa

Genova – Violento nubifragio. 6 vittime: 4 adulti e 2 bambini. Almeno 3 dispersi

04-11-2011

Genova – Violento nubifragio. 6 vittime: 4 adulti e 2 bambini. Almeno 3 dispersi

Violento nubifragio a Genova. Sei le vittime.

EMERGENZA. Già da questa mattina su Genova e tutta la liguria si è abbattuto un violento nubifragio e si registrano sei vittime. I vigili del fuoco infatti parlano di quattro adulti e due bambini. Cinque cadaveri sono stati recuperati manca ancora un bambino.

Invece i dispersi sarebbero almeno 3 dispersi. All’ospedale San Martino ed al Gaslini sono stati trasportati due feriti gravi tra i quali un bambino. 

Il sindaco di Genova parla di una “tragedia imprevedibile” annunciando l’arrivo di nuove piene.  

Per evitare ulteriori vittime il Comitato di Protezione Civile del Comune di Genova ha deciso che le domani le scuole rimarrano chiuse. In due istituti scolastici i ragazzi sono rimasti bloccati all’interno e sono stati fatti mettere al sicuro ai piani alti per motivi di sicurezza. Le scuole sono la Giovanni XXII e la Parini-Merello.

VITTIME. Le vittime sono state rinvenute in via Fereggiano. Un’anziana è stata travolta dalla piena ed rimasta schiacciata da due auto. Un’altra donna con due bambini sono stati visti sparire nell’acqua e i loro corpi sono stati ripescati in uno scantinato. Era un’albanese di 28 anni e i suoi due figli: una bimbi di circa un anno e un altro bambino di dieci.

I vigili del fuoco hanno chiuso luce e gas in tutta la zona di via Fereggiano. Infatti le acque del fiume hanno strappato la conduttura del gas.

È attesa a minuti una nuova ondata di piena, che viene avvisata con gli altoparlanti dai vigili del fuoco e i vigili urbani.

Paola Totaro

Notizia in continuo aggiornamento

04/11/2011 ore 17.11

AGGIORNAMENTO 04/11/2011 ore 20.44

Purtroppo si aggrava il bilancio delle vittime che sale a 7.

Un vero e proprio miracolo quello che ha permesso ad un uomo di essere salvato prima che la piena lo travolgesse nella sua auto. Si tratta di Giovanni De Pellegrini che si trovava nel sottopasso di Via Canevari a Genova. Racconta: “Avevo appena imboccato il tunnel. Fatti pochi metri l’auto si è bloccata nell’acqua. Non riuscivo più a uscire. Due ragazzi con un crick hanno sfondato il mio parabrezza”.Solo dopo pochissimi attimi la piena del Bisagno ha investito la sua Honda che è finita fuori dal tunnel decine di metri più a valle.

L’Assessore alla Protezione Civile della Regione Liguria, Renata Briano ha lanciato un appello: “Bisogna che si eviti di andare vicino ai ponti o ai torrenti, di dormire ai primi piani e in zone che possono essere facilmente inondabili”, e invita i cittadini:  ”a mettersi sicurezza, in caso di pericolo, andando verso l’alto” e di «evitare il più possibile di girare con la macchina, se non per motivi di stretta necessità».

Inoltre viene raccomandata la “massima prudenza” ed esortato i cittadini a “non uscire di casa, salire ai piani alti degli edifici, chiudere negozi e non prendere la macchina per nessun motivo”.

Per il Comune di Genova è stata riconosciuta la ”gravissima” situazione e si invita a chiamare il  numero verde 800-177797 per informazioni.

È stato reso noto che il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nelle prossime ore firmerà un decreto per la dichiarazione “dell’eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari” in conseguenza del maltempo che sta interessando il Nord Ovest del Paese.

Il capo della protezione civile Franco Gabrielli sarà nominato commissario delegato.

Anche lo stadio è allagato e in accordo con la Lega Calcio è stata rinviata la partita di campionato Genoa-Inter che si sarebbe dovuta disputare domenica allo stadio Luigi Ferraris del capoluogo ligure. Infatti lo straripamento del torrente Bisagno, che passa proprio davanti allo stadio ha coinvolto la struttura sportiva. Lo ha annunciato il sindaco di Genova, Marta Vincenzi.

Cosa ti piace?

cosa ne pensi?